Via San Donato, 38
40127 BOLOGNA
Tel. 051.24.40.90

S.Messe

Domenica: ore 9 e 11
Lunedì: ore 7 e 18.30
Martedì: ore 7 e 18.30
Mercoledì: ore 7 e 18.30
Giovedì: ore 18.30
Venerdì: ore 18.30
Sabato e prefestivi: ore 18.30

Confessioni

Su appuntamento oppure prima o dopo le Messe

Offerte

È possibile sostenere la Parrocchia nelle sue necessità ed attività con un'offerta tramite versamento su:
- CC bancario IBAN: IT 22 U 07072 02406 029000105373
Per maggiori informazioni...

PROGRAMMA dal 24 aprile all’1 maggio 2016

Domenica 24 aprile,
V di Pasqua
6.30 Ufficio delle letture, 8 Lodi, 9.30 Adorazione,
11 Messa, 17.30 Rosario, 17.55 Secondi Vespri,
18.30 Messa.
Lunedì 25 aprile,
S. Marco
17.30 Rosario, 17.55 Vespri,
18.30 Messa con riti prebattesimali.
Martedì 26 aprile 6 Ufficio delle letture, 7 Lodi,
7.30 Messa, 12.40 Ora media, 17.30 Rosario, 17.55 Vespri,
18.30 Messa, 19.15 Lectio Divina, 21 Lectio Divina settimanale.
Mercoledì 27 aprile 6 Ufficio delle letture, 7 Lodi, 12.40 Ora media, 17.30 Rosario, 17.55 Vespri,
18.30 Messa, 19.15 Lectio Divina.
Giovedì 28 aprile,
Ss. Pietro Chanel e Luigi Maria Grignion
6 Ufficio delle letture, 7 Lodi, 17.30 Rosario, 17.55 Vespri,
18.30 Messa, 19.15 Lectio Divina.
Venerdì 29 aprile,
S. Caterina da Siena
6 Ufficio delle letture, 7 Lodi, 12.40 Ora media, 17.30 Rosario, 17.55 Vespri,
18.30 Messa, 19.15 Lectio Divina, 20 Prima lettura domenicale,
21 Messa.
Sabato 30 aprile 17.30 Rosario, 17.55 Vespri,
18.30 Messa prefestiva, 19.15 Lectio Divina.
Domenica 1 maggio,
VI di Pasqua
6.30 Ufficio delle letture, 8 Lodi, 9.30 Adorazione,
11 Messa con battesimi, 17.30 Rosario, 17.55 Secondi Vespri,
18.30 Messa.

AVVISI

 

Giovedì 28 aprile alle 21 al Perla proiezione del film «Vivere alla grande»: documentario sulle ludopatie con la presenza del regista Fabio Lelli.

Da sabato 30 aprile a domenica 8 maggio l’icona della Madonna di S. Luca sarà presente nella cattedrale di S. Pietro, con i consueti appuntamenti.

Da lunedì 2 a martedì 10 maggio in chiesa vi saranno lavori per la Decennale eucaristica: il pavimento alla veneziana che fu rifatto ormai 12 anni fa necessita di un urgente e importante intervento di risanamento prima che le piccole crepe già numerose ed evidenti si allarghino e lo danneggino in modo irreversibile. Il preventivo dell’intervento è di circa € 9.000 (che non abbiamo).

Lunedì 2 maggio alle 21 a S. Sigismondo d. Marco Settembrini tratta con gli studenti universitari il tema: «Liberi da ogni faraone». Alle 21 in cattedrale l’Arcivescovo incontra i giovani.

Martedì 3 maggio alle 7.30 Messa della parrocchia in cattedrale.

Mercoledì 4 maggio alle 16.30 in Piazza Maggiore sono invitati bambini e ragazzi per l’omaggio all’icona della Madonna di S. Luca.

Giovedì 5 maggio alle 11.15 messa episcopale in S. Pietro.

Domenica 8 maggio non si celebra la messa delle ore 11. Celebriamo la messa a Villa Paola alle ore 10.

 

NOTIZIE DALLA PARROCCHIA DI S. EGIDIO

 

Anno 2016 Numero 17

 

sabato 23 aprile 2016

 

Cristianesimo e Islam

 

Cari parrocchiani e amici, mentre ringraziamo Dio per la straordinaria giornata di sabato 23 aprile «Incontriamoci per conoscerci» con le visite reciproche tra la nostra chiesa e la moschea di via Ranzani, sento la necessità di ricordare con viva riconoscenza un passo di un importante documento del Concilio Ecumenico Vaticano II promulgato circa cinquanta anni fa, il 28 ottobre 1965. Si tratta del cap. 4 della Dichiarazione sulle relazioni della chiesa con le religioni non cristiane Nostra Aetate. Ve lo riporto di seguito.

Dio vi benedica e vi doni pace.

Don Giuseppe

 

La Chiesa guarda anche con stima i musulmani che adorano l’unico Dio, vivente e sussistente, misericordioso e onnipotente, creatore del cielo e della terra, che ha parlato agli uomini. Essi cercano di sottomettersi con tutto il cuore ai decreti di Dio anche nascosti, come vi si è sottomesso anche Abramo, a cui la fede islamica volentieri si riferisce. Benché essi non riconoscano Gesù come Dio, lo venerano tuttavia come profeta; onorano la sua madre vergine, Maria, e talvolta pure la invocano con devozione. Inoltre attendono il giorno del giudizio, quando Dio retribuirà tutti gli uomini risuscitati. Così pure hanno in stima la vita morale e rendono culto a Dio, soprattutto con la preghiera, le elemosine e il digiuno.

Se, nel corso dei secoli, non pochi dissensi e inimicizie sono sorte tra cristiani e musulmani, il sacro Concilio esorta tutti a dimenticare il passato e a esercitare sinceramente la mutua comprensione, nonché a difendere e promuovere insieme per tutti gli uomini la giustizia sociale, i valori morali, la pace e la libertà.

Comments are closed.